AUTORIDE | Tutto sulle auto

VDC: Come funziona il sistema di controllo dinamico del veicolo?

Spia VDC OFF sul cruscotto
Spia ESC/ESP/VDC
Spia ESC/VDC/DSC
Spia ESC/VDC OFF
Spia VDC OFF
Spia VDC OFF
Spia ESC/VDC OFF
Pubblicato il
Tradotto con l'aiuto dell'intelligenza artificiale dal nostro articolo originale (fonte: autoride.io)

Il VDC (Vehicle Dynamic Control) si riferisce al sistema di controllo dinamico del veicolo. Il sistema VDC serve a stabilizzare il veicolo e aiuta a gestire le situazioni in caso di perdita di trazione o in caso di sbandata.

VDC rappresenta uno dei sistemi di stabilizzazione elettronica ed è identico al sistema ESC o ESP. La differenza tra questi sistemi è nel nome e nell'abbreviazione, ma la loro funzione e lo scopo sono gli stessi.

Sommario

Come funziona il sistema VDC?

Il sistema VDC (Vehicle Dynamic Control) aiuta a stabilizzare il veicolo e contemporaneamente a gestire le situazioni di guida critiche. Ad esempio, quando l'auto potrebbe potenzialmente sbandare.

L'ECU valuta queste situazioni confrontando i dati sulla direzione effettiva e prevista del veicolo. Per direzione prevista si intende la direzione scelta dal guidatore utilizzando il volante. Se questi dati non corrispondono, il sistema VDC valuta la situazione come una sbandata e inizia a stabilizzare la vettura ea compensare automaticamente l'incipiente sbandata.

Sistema ABS: come funziona e a cosa serve?

Articolo correlato - Sistema ABS: come funziona e a cosa serve?

Quando il sistema VDC rileva una perdita di trazione, elabora automaticamente le informazioni dall'ABS e dal sensore di rotazione del volante. Quindi applica la forza frenante sulle singole ruote dell'auto.

La frenata automatica delle singole ruote avviene anche durante l'accelerazione e le curve strette. Il sistema VDC tiene così la vettura fuori dal pericolo di sbandamento senza che il guidatore se ne accorga.

Vantaggi del sistema VDC

Il controllo dinamico del veicolo rende l'auto più stabile e controllabile. I sistemi VDC moderni e più avanzati possono anche interferire con lo sterzo e la velocità del veicolo e, se necessario, regolare la potenza del motore e la rotazione del volante.

Questo sistema appartiene agli elementi della sicurezza attiva del veicolo perché impedisce un cambio di direzione indesiderato in caso di sbandata. Inoltre, riduce il rischio di perdita di trazione e aumenta la sicurezza di guida complessiva. I nuovi sistemi VDC interferiscono anche con lo sterzo e superano la capacità del conducente di gestire situazioni critiche.

Le statistiche mostrano anche che il VDC contribuisce ad aumentare la sicurezza attiva, riducendo così gli incidenti stradali. Le stime dicono che circa 1/10 degli incidenti si eviterebbe se tutti i veicoli fossero dotati di questo sistema o di un sistema elettronico di stabilizzazione.

Componenti del sistema VDC

  1. Sensori
  2. Centralina elettronica (ECU)
  3. Attuatori

1. Sensori

Il sistema VDC utilizza diversi sensori per monitorare il movimento e la dinamica del veicolo:

  • I sensori di velocità delle ruote misurano la velocità di rotazione di ciascuna ruota.
  • Il sensore dell'angolo di sterzata rileva la direzione voluta dal conducente.
  • Il sensore di velocità angolare misura la velocità di rotazione del veicolo attorno al proprio asse verticale.
  • Il sensore di accelerazione laterale monitora il movimento laterale della vettura.

2. Centralina elettronica (ECU)

La centralina elettronica è il cervello del sistema VDC. Elabora i dati raccolti da vari sensori e determina le misure necessarie per mantenere la stabilità del veicolo.

3. Membri attivi

Gli attuatori sono componenti che eseguono i comandi del controller di sistema VDC. Questi includono:

  • Modulatore di frenata: regola la pressione dei freni sulle singole ruote.
  • Controllo acceleratore: Regola la potenza di uscita del motore.
  • Controllo cambio: modifica i rapporti del cambio per ottimizzare la stabilità del veicolo.

La spia VDC segnala un problema al sistema?

La spia VDC potrebbe non indicare un problema con il controllo dinamico del veicolo nonostante il colore arancione. Alcuni moderni sistemi di controllo dinamico intervengono anche sullo sterzo e sulla velocità dell'auto e, se necessario, regolano la potenza del motore o fanno girare le ruote del veicolo nella direzione desiderata.

Se il sistema interferisce con lo sterzo, una spia VDC lampeggiante non è un problema, al contrario. La spia lampeggia per l'attività del sistema di controllo dinamico. In una situazione di guida difficile, il sistema VDC stabilizza il veicolo.

Spia VDC: cosa significa e perché è accesa?

Articolo correlato - Spia VDC: cosa significa e perché è accesa?

In alcuni casi, questa spia può lampeggiare e poi rimanere accesa. In questo caso il sistema interviene sullo sterzo per evitare lo sbandamento del veicolo. Se il sistema funziona correttamente, la luce si spegne quando l'auto si stabilizza.

Se invece la spia VDC rimane accesa anche durante le normali condizioni di guida, si tratta di un arresto volontario del sistema VDC (in alcune vetture è segnalato da un'apposita spia), di un problema del sistema o di un malfunzionamento nell'elettronica.

Spia specifica per impianto VDC disabilitato

Il VDC disabilitato può essere indicato da apposite spie luminose, spesso con la scritta OFF sotto la normale spia VDC o un incrocio con la normale spia VDC. Si ricorda comunque che il sistema è disabilitato/guasto anche con la normale spia VDC costantemente accesa.

VDC su Subaru

La maggior parte delle auto Subaru ha la trazione integrale di serie. Il sistema VDC funziona con AWD (All Wheel Drive) per garantire la massima trazione e stabilità.

Subaru afferma che con la trazione integrale, la ruota del freno guadagnerà trazione più velocemente di un'auto a due ruote motrici. Oltre alla funzione standard, il sistema VDC può ridurre il flusso di carburante per limitare la coppia per una migliore stabilità.

VDC nei veicoli Nissan e Infiniti

Il sistema VDC funziona come i sistemi di controllo elettronico della stabilità standard delle auto Nissan e Infiniti. Inoltre, tuttavia, aiuta a limitare sovrasterzo e sottosterzo.

Nella maggior parte delle vetture Nissan o Infiniti è presente un interruttore VDC OFF per disattivare il sistema di controllo dinamico.

VDC nei veicoli moderni

Molti paesi hanno riconosciuto i vantaggi del VDC e ne hanno imposto l'inclusione nei nuovi veicoli. Il sistema VDC divenne così una funzione standard della maggior parte delle auto.

I produttori continuano a migliorare il VDC, incorporando nuove tecnologie per aumentare le prestazioni e la sicurezza.

Qual ​​è la differenza tra i sistemi VDC e ESC?

Non c'è differenza tra i sistemi VDC (Vehicle Dynamic Control) ed ESC (Electronic Stability Control); loro sono la stessa cosa. L'unica differenza è nel nome, poiché i produttori utilizzano designazioni diverse, non solo per questo sistema.

Sistema ESC: come funziona il sistema di controllo elettronico della stabilità?

Articolo correlato - Sistema ESC: come funziona il sistema di controllo elettronico della stabilità?

Contrassegni del sistema elettronico di stabilità

Le case automobilistiche usano abbreviazioni diverse quando etichettano il sistema elettronico di stabilità, ma il principio di funzionamento di questi sistemi è lo stesso. Nel caso di questo sistema, potresti incontrare le seguenti etichette:

  • ESC (Electronic Stability Control) - nome generico per il sistema di stabilizzazione elettronico, ma utilizzato da Škoda, Fiat, Hyundai, Tesla, Luxgen e Proton
  • ESP (Electronic Stability Program) - designazione utilizzata da Audi, Chrysler, Dodge, Hyundai, Jeep, Kia, Mercedes-Benz, Saab, Suzuki, Lamborghini e Smart
  • ESP (Electronic Stabilization Program) - la designazione è usata da Volkswagen (l'abbreviazione è uguale al precedente, la differenza minore è solo nel nome completo)
  • VDC (Vehicle Dynamic Control) - designazione usata da Subaru, Nissan e Infiniti
  • DSC (Dynamic Stability Control) - designazione utilizzata da Aston Martin, BMW, Jaguar, Land Rover, Mazda e Mini
  • VSA (Vehicle Stability Assist) - designazione utilizzata da Acura e Honda
  • VSC (Vehicle Stability Control) - la designazione utilizzato da Lexus e Toyota
  • VDIM (Vehicle Dynamics Integrated Management) - la denominazione utilizzata da Lexus e Toyota
  • ASC (Active Stability Control) - la denominazione utilizzata da Jaguar e Mitsubishi
  • DSTC (Dynamic Stability and Traction Control) ) - designazione utilizzata da Volvo
  • PSM (Porsche Stability Management) - la designazione, come suggerisce il nome, è utilizzata da Porsche
  • M-ASTC (Mitsubishi Active Skid and Traction Control) - la designazione utilizzata da Mitsubishi
  • StabiliTrak - designazione utilizzata da Buick, Cadillac, Chevrolet (la maggior parte dei modelli), GMC, Pontiac, Saturn, Isuzu e Hummer
  • AdvanceTrac - designazione utilizzata da Ford, Lincoln e Mercury
  • Active Handling - designazione utilizzata di Chevrolet (Corvetta)

Alcuni produttori utilizzano più designazioni, poiché la designazione potrebbe non essere applicata all'intero marchio ma a un modello specifico.

Conclusione

Il controllo dinamico della stabilità è una tecnologia essenziale per migliorare la stabilità del veicolo e ridurre il rischio di incidenti. Monitorando e regolando in tempo reale il comportamento del veicolo, il sistema VDC offre un migliore controllo e maneggevolezza, rendendo la vettura più sicura, soprattutto in caso di cattive condizioni di guida.